Sei un Dentista?

Scopri come essere visibile su questa e su altre directory

Lo Sbiancamento Dentale

I denti bianchissimi non sono più prerogativa di chi lavora nel campo dello spettacolo, ma risultano una caratteristica irrinunciabile anche per moltissime altre persone.

I denti, tuttavia, nel corso degli anni tendono a perdere il loro bianco naturale in maniera inesorabile: il semplice passare del tempo tende ad ingiallirli, e l’azione colorante di alcune sostanze, come il vino rosso, il caffè, la nicotina, le tetracicline, il tannino (presente nel tè) contribuiscono a “sporcare” il bianco dei denti, ingiallendolo o coprendolo di macchie.

A questo proposito, possiamo suddividere le macchie dei denti in due categorie principali:

- Le macchie intrinseche sono quelle contenute all’interno dello smalto dei denti ed è possibile rimuoverle solo con lo sbiancamento professionale (di cui parleremo meglio più avanti);

- Le macchie estrinseche sono invece quelle all’esterno del dente, originate dal depositarsi di tartaro, placca, sostanze contenenti cromogeni (sostanze che colorano i denti). Tali macchie possono essere rimosse con metodi meccanici.


Esistono diversi metodi (oltre che diversi prodotti) per sbiancare i denti. Le metodiche possono essere suddivise in due categorie principali:

  • Metodi di sbiancamento fai da te
  • Metodi di sbiancamento professionale


Sbiancamento “fai da te”

I metodi fai da te hanno dalla loro il pregio di prevedere prodotti dall’utilizzo piuttosto semplice e facilmente reperibili. Tali prodotti “da banco” possono essere acquistati in molti supermercati e negozi simili, oltre che in qualunque farmacia.

Esistono gel da applicare sui denti mediante stick, strisce o applicatori, dentifrici appositi e persino chewingum sbiancanti. Tali prodotti e metodi non prevedono tuttavia la supervisione di uno specialista; pertanto, a fronte di un costo abbordabile si ottiene sicuramente una minore efficacia sbiancante rispetto ai sistemi di sbiancamento professionale, oltre ad una durata inferiore e ad una minore efficacia dei risultati ottenuti.

Altra considerazione da fare è questa: i sistemi di applicazione previsti dai metodi “fai da te” sono preformati e pertanto standardizzati e non individuali (ovvero non corrispondono perfettamente all’anatomia dei denti di chi deve utilizzarli). Essi non possono pertanto offrire le stesse garanzie dei metodi di applicazione professionali.



Sbiancamento professionale
Nei sistemi di sbiancamento dentale professionale, invece, il paziente ha la garanzia di ricevere il supporto e la supervisione di un dentista, che sarà in grado di fornire tutta l’assistenza necessaria e di valutare caso per caso in modo individuale le esigenze del paziente e i trattamenti da effettuare.

Lo sbiancamento dentale professionale può essere effettuato “in office” (presso lo studio dentistico) e “at home” (a casa, seppur sempre sotto la supervisione di un professionista della dentizione). I metodi di sbiancamento professionale offrono un’elevata efficacia dello sbiancamento (vengono utilizzate elevate percentuali di perossido di idrogeno); lunga durata dei risultati ottenuti; minor tempo necessario per lo sbiancamento e sistemi di applicazione individuali.

Se desiderate sottoporvi ad un trattamento sbiancante valutate bene i metodi a disposizione sul mercato e tenete bene a mente che il sorriso è una carta vincente, che va saputa sfruttare sempre al meglio.

Valid XHTML 1.0 Transitional   CSS Valido!

Sei un Dentista? Per la tua pubblicità Clicca Qui

Questo sito fa uso di cookie. Per saperne di più leggi l'informativa

OK